Il Rev. Dr. Luca Vona, Eremita
VIVERE NEL DESERTO NON SIGNIFICA DISERTARE

sabato 11 gennaio 2020

Meditazione del giorno. Quale merito potrà avere il futuro che non abbia già il presente?

Infatti la grazia di Dio, salvifica per tutti gli uomini, si è manifestata, e ci insegna a rinunciare all'empietà e alle passioni mondane, per vivere in questo mondo moderatamente, giustamente e in modo santo. Tito 2,11-12

"Se qualche uomo dubita di poter ottenere lo stato di santità in questo mondo, gli si ricordi che questo mondo è il nostro campo di prova, e che qui è stato versato il Sangue di Cristo, qui è stato effuso lo Spirito Santo. Qui ogni merito di Cristo e ogni efficacia dello Spirito Santo sono a disposizione.
Quale merito potrà avere il futuro che non abbia già il presente? Noi abbiamo il Sangue di Gesù. Quale merito più grande hanno i Santi in Cielo? Noi abbiamo lo Spirito Santo, cosa possono avere loro di più in Cielo?
Il mondo è nel peccato! Questo è vero, ma Colui che è in noi è più grande del peccato. La natura umana è degenerata fin dal principio. Vero! Ma il Sangue di Cristo la purifica da ogni peccato. Noi siamo troppo poco meritevoli e siamo deboli! Vero! ma la grazia di Dio che porta la salvezza è apparsa a ogni uomo, insegnandoci che rinnegando la malvagità e le seduzioni del mondo, possiamo vivere in modo sobrio, retto e giusto nel mondo presente". - James Blaine Chapman (1884-1947)


Mio Salvatore, a te guarda l'anima mia,
Tu il mio Salvatore, adesso!
Con piena confidenza e speranza,
Io chiedo la tua benedizione, adesso.

Saviour to Thee my soul looks up,
My present Saviour, Thou!
In all the confidence of hope,
I claim the blessing now.


 

  - Da Holiness and the High Contry, Albert F. Harper