Il Rev. Dr. Luca Vona, Eremita
VIVERE NEL DESERTO NON SIGNIFICA DISERTARE

venerdì 3 gennaio 2020

Kuriakose Elias Chavara. Apostolato e Contemplazione

Sacerdote e Fondatore

Kuriakose Elias Chavara, in religione Ciriaco della Sacra Famiglia (Kainakari, 8 febbraio 1805 – Koonammavu, 3 gennaio 1871), è stato un sacerdote siro-malabarese indiano, fondatore delle congregazioni dei Carmelitani della Beata Vergine Maria Immacolata e delle Suore della Madre del Carmelo; beatificato nel 1986, è stato proclamato santo da papa Francesco nel 2014.

Kuriakose Chavara und Hl. Familie.jpg
Kuriakose Elias Chavara (1805-1871)

Biografia

Nacque l'8 febbraio 1805,a Kainakari, da genitori siro-malabaresi. Al Battesimo ricevette il nome di Kuriakose (Ciriaco).

Venne ordinato sacerdote nel novembre del 1829 e, due anni dopo, fondò con padre Palackal e padre Tommaso Porukara l'ordine dei Carmelitani della Beata Vergine Maria Immacolata. Deceduti i cofondatori divenne il Priore dell'ordine.
Lo spirito della congregazione è prevalentemente contemplativo. I religiosi si dedicano a varie opere di apostolato dirette prevalentemente ai cattolici del rito siro-malabarico; sono attivi nel lavoro ecumenico per l'unione con la Chiesa siro-giacobita (ortodossa).
Della congregazione esiste anche il ramo femminile delle Suore della Madre del Carmelo.

Alla guida della Congregazione, padre Ciriaco dimostrò doti di formatore religioso, convinto e profondo. La sua spiritualità era fondata su un grande culto all’Eucaristia, una devozione filiale alla Madonna, e una fedeltà totale alla Chiesa Cattolica. Di pari passo, aveva un grande spirito di preghiera e mortificazione e praticava metodi nuovi di apostolato.

Nel 1866 fondò a Konammavu un convento femminile, dedito a insegnare le virtù cristiane e alcuni lavori professionali. In India scrisse diversi componimenti poetici in prosa e in rima, pubblicati dopo la sua morte. Egli fondò i primi istituti religiosi in India. Morì a causa di una malattia dopo aver passato la sua vita in aiuto del prossimo il 3 gennaio 1871 a Konammavu. Fu inumato nella chiesa di Santa Filomena adi Konnanam. Tuttora le sue reliquie sono oggetto di venerazione.

La Causa di Beatificazione e la Canonizzazione

Il processo iniziò nel 1957. Il 7 aprile 1971 venne dichiarato Venerabile e l'8 gennaio 1986 venne Beatificato da papa Giovanni Paolo II insieme ad Alfonsa dell'Immacolata Concezione.

Il 23 novembre 2014 papa Francesco lo ha proclamato santo.

Il Martirologio pone la sua memoria liturgica al giorno 3 gennaio.

Il sogno dell'uguaglianza

Da sacerdote aveva sempre desiderato che le donne fossero, ad un livello in campo culturale ed educativo, pari agli uomini.Infatti non disdegnò, nel 1868, di andare di casa in casa a convincere i genitori a mandare le loro figlie a scuola.