Il Rev. Dr. Luca Vona, Eremita evangelico
VIVERE NEL DESERTO NON SIGNIFICA DISERTARE

domenica 24 novembre 2019

Il mio Regno non è di questo mondo

La Chiesa Cattolica, la Chiesa anglicana e alcune chiese presbiteriane, luterane e metodiste, celebrano oggi la solennità di Cristo re dell'Universo. Gv 18,33-38 33 Pilato dunque rientrò nel pretorio; chiamò Gesù e gli disse: «Sei tu il re dei Giudei?» 34 Gesù gli rispose: «Dici questo di tuo, oppure altri te l'hanno detto di me?» 35 Pilato gli rispose: «Sono io forse Giudeo? La tua nazione e i capi dei sacerdoti ti hanno messo nelle mie mani; che cosa hai fatto?» 36 Gesù rispose: «Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori combatterebbero perché io non fossi dato nelle mani dei Giudei; ma ora il mio regno non è di qui». 37 Allora Pilato gli disse: «Ma dunque, sei tu re?» Gesù rispose: «Tu lo dici; sono re; io sono nato per questo, e per questo sono venuto nel mondo: per testimoniare della verità. Chiunque è dalla verità ascolta la mia voce». 38 Pilato gli disse: «Che cos'è verità?»
Immagine correlata

Preghiera (Dal Book of Common Prayer del 1979)

Dio onnipotente ed eterno, la cui volontà è di restaurare ogni cosa nel tuo amato Figlio, Re dei re e Signore dei signori; concedi misericordioso al tuo popolo sulla terra, diviso e posto sotto la schiavitù del peccato, di essere liberato e di ritrovare l'unità sotto il governo del tuo Figlio; che vive e regna con te e con lo Spirito Santo, unico Dio, per tutti i secoli dei secoli. Amen

Almighty and everlasting God, whose will it is to restore all things in thy well-beloved Son, the King of kings and Lord of lords: Mercifully grant that the peoples of the earth, divided and enslaved by the calamity of sin, may be freed and brought together under his most gracious rule; who liveth and reigneth with thee and the Holy Spirit, one God, now and for ever. Amen.