Il Rev. Dr. Luca Vona, Eremita
VIVERE NEL DESERTO NON SIGNIFICA DISERTARE

lunedì 4 maggio 2020

Fermati 1 minuto. Consacrazione e santificazione

Quindi invocate voi il nome del vostro dio, e io invocherò il nome del SIGNORE; il dio che risponderà mediante il fuoco, lui è Dio». Tutto il popolo rispose dicendo: «Ben detto!» 1 Re 18,24

Elia costruì un altare sul Monte Carmelo, uccise il suo toro e lo pose sull'altare, dopodiché verso l'acqua sull'altare e sul toro sacrificato.
I sacerdoti di Baal fecero lo stesso, ad eccezione del versare l'acqua. Eppure passarono l'intera giornata mostrando grande devozione, innalzando preghiere e persino incidendosi le carni.
Elia invocò semplicemente il Signore e un fuoco discese dal cielo a consumare l'offerta, l'altare e l'acqua.
Cosa fece, dunque Elia, in più rispetto ai sacerdoti di Baal?  Entrambi consacrano l'offerta ma Elia ebbe fede nella santificazione.
Dio vuole santificare l'uomo. Il presupposto è consacrarci a lui, ma serve un ulteriore salto nella fede per ottenere la santificazione.

eremiti metropolitani | FERMENTI CATTOLICI VIVI