Il Rev. Dr. Luca Vona, Eremita
VIVERE NEL DESERTO NON SIGNIFICA DISERTARE

Il Rev. Dr. Luca Vona, Eremita

Ordinato presbitero il 16 luglio 2017 in una Dioecsi Anglicana di continuazione (Anglo-Cattolica) il Rev. Dr. Luca Vona ha ottenuto un Dottorato di Ricerca (PhD) in Sacra Liturgia presso il Pontificio Ateneo Sant'Anselmo in Roma il 20 giugno 2019.

Dal 15 ottobre 2019 ha scelto di dedicarsi a una forma di vita eremitica, sul modello dei pustinjak della Chiesa Ortodossa Russa, del Canone 903 del Codice di Diritto Canonico Romano, degli articoli 920-921 del Catechismo della Chiesa Cattolica e dell'articolo 570 del Codice dei Canoni delle Chiese Orientali, in una prospettiva ecumenica, ma anti-modernista, desiderosa di cogliere la ricchezza delle tradizioni Cattolica, Ortodossa e Riformata.

Si allontana dalla propria dimora solo per esigenze ecclesiastiche, familiari e per guadagnarsi da vivere con un lavoro part-time. Trascorre il resto del tempo in solitudine, ricercando Dio nella preghiera, nello studio e nel silenzio. Nei tempi liturgici "forti", per un totale di 40 giorni l'anno, pratica un ritiro eremitico più rigoroso.

Senza rinnegare la tradizione anglicana in cui è stato ordinato presbitero, il suo "sentire" è pienamente Cattolico e la sua passione per l'Oriente cristiano passa attraverso un particolare legame  "spirituale" con la Chiesa Cattolica Greco-Melkita.

Ritiene che le Chiese storiche della Comunione anglicana si siano allontanate dal messaggio evangelico, soprattutto sul piano pastorale. Per contro, la galassia Anglicana-tradizionalista e quella Riformata sono estremamente frammentarie e prive di un organismo autorevole di comunione.

Pertanto, pur nel rispetto di tutte le Chiese e di ogni fratello cristiano nell'unico Battesimo in Cristo Gesù, e nel desiderio di impegnarsi intensamente nel dialogo ecumenico, il Rev. Dr. Luca Vona riconosce il primato del vescovo di Roma come fondamentale strumento di unità tra i cristiani e ha maturato la scelta di non porsi sotto l'autorità di alcun altro vescovo anglicano, ma di partecipare spiritualmente alla comunione con la Chiesa di Roma.

Oltre al Dottorato di ricerca in Sacra Liturgia conseguito presso il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo in Roma ha ottenuto un doppio Dottorato di ricerca in Musicologia, in co-tutela tra l'Università La Sapienza di Roma e la Katholieke Universiteit di Lovanio (Belgio). Il progetto di Dottorato è dedicato ai rapporti tra musica e liturgia nell'Inghilterra di Edoardo VI (primo periodo della riforma Anglicana) e sulla riforma del rito delle esequie.

Precedentemente ha conseguito la Licenza in Liturgia presso il Pontificio Ateneo Sant'Anselmo e una laurea in Discipline Artistiche, Musicali e dello Spettacolo presso l'Università di Torino.
Ha inoltre frequentato il Master in Teologia spirituale ("Cultural Dimensions of Cristian Spirituality") presso il Pontificio Ateneo Sant'Anselmo, in collaborazione con la Katholieke Universitetit Leuven (Belgio) e l'Università di Nimega (Olanda).

Celebra l'eucaristia in forma pubblica la domenica alle ore 12 00, con rito anglicano, attualmente presso la Chiesa del Nazareno in via Antonio Fogazzaro 11, Roma (Talenti).

Elenco delle Pubblicazioni su Academia.edu